Egregio Ministro Poletti…la lettera di un insegnante di Torino.

3 Risposte

  1. Manuela Lazzerini ha detto:

    Dott. Matteo Saudino non c’è altro da aggiungere ha detto Lei tutto quello che c’era da dire. La penso esattamente come Lei.

  2. Federico ha detto:

    Io questo post lo faccio girare caro collega perché come giustamente hai osservato almeno bisognadare uno scossone alle coscienze!!!!!!!!!! Bravo

  3. Teddy ha detto:

    Premetto che io non sono dentro la scuola, mi baso pertanto sui commenti dei miei famigliari insegnanti.
    Il suo giudizio mi sembra troppo negativo, certamente tutti vorremmo una scuola ideale ma un po’ di realismo ogni tanto non guasta. In base ai provvedimenti del governo non vedo affatto una morte prossima della scuola pubblica …
    Siamo in uno Stato in grossa difficoltà e quindi non possiamo pretendere che la scuola sia fuori dalla “media”.
    Una considerazione sulle classi “pollaio” : non sono sicuro di aver capito il concetto, ma quando andavo a scuola io ricordo classi di 35 allievi e siamo sopravvissuti (anche i nostri insegnanti!)

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.