Categoria: Radio Aut Racconta

0

#CREMONA dopo l’agguato fascista- #24 GENNAIO MANIFESTAZIONE NAZIONALE ANTIFASCISTA

  Oggi da tutta Italia sono arrivati attestati di solidarietà e vicinanza ad Emilio, il compagno ricoverato in pericolo di vita ed al CSA Dordoni per l’attacco subito. La mattinata di oggi ha visto la presentazione di una interrogazione parlamentare da parte di SEL per chiedere conto dei fatti al ministro Alfano ma anche la richiesta ben precisa di Paolo...

0

AUGURI PER UN 2015 DI RIVOLUZIONE E GIUSTIZIA SOCIALE –

Sbirciando tra gli articoli del sito www.peppinoimpastato.com ho trovato una bellissima foto dell’archivio di RADIO AUT che racconta il Natale 1977 del collettivo radiofonico RADIO AUT di Peppino ed i suoi compagni di lotta; dietro un albero di Natale striminzito e proletario, campeggia un manifesto di MARX con lo slogan di Lenin “SENZA TEORIA, NIENTE RIVOLUZIONE” messo in  evidenza,  che...

0

VAL SUSA: SIAMO NO TAV FERMARCI E’ IMPOSSIBILE!!

  Tra i tanti articoli pubblicati dopo la sentenza del 17 dicembre contro Chiara, Mattia, Niccolò e Claudio, pubblichiamo oggi la riflessione di Spinta dal Bass, una realtà valsusina (Avigliana) con cui abbiamo condiviso negli anni passati riflessioni, incontri  ed iniziative comuni ( in Val Susa, a Cinisi e Niscemi). Queste contaminazioni valsusine insieme al Premio Bruno Carli ricevuto in valle...

0

NISCEMI – LA MAFIA ED IL MUOS OFF SHORE

Tramonto dentro la base NRTF di Niscemi – 9 Agosto 2013 – Foto di M.D.D. Da www.antoniomazzeoblog.blogspot.it Quando la mafia voleva costruire il MUOS off shore. Nuove rivelazioni del pentito Antonio Matteo   Non lo avevamo mai visto così arrabbiato Antonio Matteo, uno dei più accreditati collaboratori di giustizia della DDA di Catania, per anni trait d’union tra gli uomini...

0

#Lampedusa RESISTE….in TOUR #FOLKCLUB TORINO #10 DICEMBRE

Una serata decisamente diversa, quella passata al FOLK CLUB di Torino il 10 dicembre; solo adesso trovo il tempo di raccontarla ma credo ne valga veramente la pena. Avevo lasciato Lampedusa con i suoi 31° C sul finire di settembre dopo una coinvolgente esperienza al LampedusaInFestival: a Torino mercoledì ho ritrovato tanti di quegli amici e compagni che in giro...

0

CINISI 7 DIC – #FELICIA PARTIGIANA# “Avissimu a fari arrè a Resistenza”

A noi non piacciono molto le commemorazioni, lo abbiamo sempre detto; in questi anni abbiamo spesso raccontato storie di resistenza e di lotta e possiamo dirlo Mamma Felicia è stata parte di molte di queste lotte: ricordo ancora la sua gioia nel 2002 quando migliaia di compagni e compagne arrivarono da tutta Italia per il 1° FORUM SOCIALE ANTIMAFIA; il...

0

PALERMO #IL9AGOSTOCEROANCHEIO – CENA SOCIALE ALL’EXCARCERE

Si è svolta sabato 6 dicembre una delle iniziative previste a Palermo a sostegno della campagna per le spese legali dei militanti NO MUOS sottoposti a provvedimenti di denuncia, divieti o obblighi di dimora. Un centinaio di partecipanti con uno Chef d’eccezione  Luigi De Sperà ( nome d’arte inventato dall’autore dell’articolo), hanno gustato un prelibato menù a base di pesce:...

AGGIORNAMENTO NO MUOS: TURI E’ LIBERO!!! – La lotta CONTINUA!!!

Martedì 2 Dicembre, il noto pacifista Turi Vaccaro (Cordaro) si è introdotto dentro la base statunitense NRTF-8 di Niscemi per spegnere la grande antenna di 150 metri che permette le comunicazioni militari statunitensi in una vasta area. Un’ azione clamorosa contro uno strumento di morte e guerra che uccide tanto a Niscemi quanto nelle aree coinvolte in conflitti bellici. Le...

0

#21 NOVEMBRE: ANCHE A #NISCEMI E’ TEMPO DI #SCIOPERO SOCIALE

A distanza di una settimana dal riuscitissimo sciopero sociale nazionale, Niscemi come già successo un anno fa, si fermerà per dire no al Muos, alla mancanza di lavoro, all’acqua che non c’è, all’ospedale che chiude, alla crisi che colpisce tutti. Riceviamo e pubblichiamo l’appello delle realtà che hanno convocato lo sciopero, sperando che in tanti possano partecipare, perchè anche a...

0

#Considerazioni sparse# sul #14NOV#

Una giornata di lotta, radicale, creativa e multiforme, ha attraversato oggi l’Italia da NORD a SUD; una moltitudine eterogenea di studenti, migranti, disoccupati, precari della scuola e dei servizi, senza casa, attivisti dei centri sociali operai, insomma un pezzo considerevole dell’Italia sociale quella che soffre, che studia senza un futuro, che è costretta ad occupare case perchè gli affitti sono...