Forum Sociale Antimafia 2002

Logo Forum Sociale Antimafia Felicia e Peppino Impastato

Nasce il Forum Sociale AntimafiaLogo Forum Sociale Antimafia Felicia e Peppino Impastato

Carta d’intenti del Forum Sociale Antimafia

In occasione del 24° anniversario del suo assassinio, si costituisce il Forum Sociale Antimafia “Peppino Impastato”.

Finalmente, anche se con grande ritardo, i processi contro i mafiosi incriminati come mandanti dell’omicidio stanno giungendo a conclusione. Il 10 Marzo del 2001 è stato condannato il mafioso Vito Palazzolo e il processo contro il capomafia Gaetano Badalamenti si concluderà nel mese di Marzo. La commissione parlamentare antimafia nel dicembre del 2000 ha approvato una relazione in cui si dice inequivocabilmente che rappresentanti delle forze dell’ordine e della magistratura hanno depistato le indagini avallando la montatura orchestrata dai mafiosi che volevano far passare Peppino per terrorista e suicida. Il Forum vuole essere un luogo di confronto e di iniziativa unitaria che, partendo dalle esperienze di lotta sociale degli ultimi anni, elabori un progetto di riflessione e di lotta contro la globalizzazione neoliberista, contro la guerra e il terrorismo, contro i processi di finanziarizzazione e di emarginazione che portano al proliferare delle mafie a libello locale ed internazionale, per l’affermazione dei diritti fondamentali e per un’autentica partecipazione democratica. La proposta del Forum nasce dall’esperienza di varie realtà, impegnate su diversi terreni (dalle attività socio-culturali all’impegno per la pace, dai centri sociali alle associazioni di immigrati) che cercano di riappropriarsi degli spazi territoriali, sottraendoli al dominio mafioso. Vogliamo intitolare il Forum a Peppino Impastato perché ci riconosciamo nella radicalità delle sue rotture, a cominciare dalla famiglia, e nella ricchezza della sua esperienza, che coniugava militanza politica, impegno sociale, creatività culturale.
Il Forum promuove una mobilitazione nazionale, dando appuntamento a Cinisi, il paese di Peppino Impastato, nei giorni 9, 10 e 11 Maggio 2002. Il programma delle iniziative sarà presentatto il 19 Marzo alle ore 15 in una conferenza stampa che si svolgerà a Palermo, davanti all’aula bunker dell’Ucciardone, in occasione dell’udienza del processo per il delitto Impastato.

PROMOTORI
Famiglia Impastato
Centro Siciliano di Documentazione “Giuseppe Impastato”
Associazione Radio Aut
– Associazione “Peppino Impastato” di Cinisi-Terrasini
– Gruppi Radio Aut di Bagheria e Termini Imerese
Arci Palermo
Libera – Palermo
Giovani Comunisti – Palermo
– Gruppo Nemo – Marsala
– Centro Sociale Ex Carcere – Palermo
– Circolo Linea Futura di Palermo e Carini
Circolo Metropolis di Castellamare del Golfo
– Comitato Anticapitalista – Palermo
– Associazione “Il Germoglio” di Corleone
– Sinistra Giovanile – Circolo di Cinisi-Terrasini-Partinico

Programma

Giovedì 9 maggio

Ore 09.00 – Atrio comunale di Cinisi: Inaugurazione della mostra fotografica “Peppino impastato: immagini di una vita“;
Ore 10.00 – Maratonina: 1000 passi per Peppino, percorso Terrasini – spiaggia Magaggiari di Cinisi;
Ore 15.00 – Auditorium P. Impastato, scuola media G. Meli di Cinisi: workshop di Indymedia sull’informazione indipendente;
Ore 18.00 –  Piazza duomo, Terrasini: assemblea di benvenuto;
Ore 19.00 – Fiaccolata da Radio aut a Terrasini alla casa di Peppino Impastato in corso Umberto a Cinisi;
Ore 22.00 – Piazza del Municipio di Cinisi: recital di poesie e spettacoli:

  • Lunga è la notte“, gruppo musicale madonita cpf;
  • Ricordati di ricordare“, coro Convivium;
  • Recital di Gaspare Cucinella;
  • Alla ricerca dei diritti perduti“: concerto di musica e poesia de I quartodeimille.

Venerdì 10 maggio

Ore 10.00 – Piazza del Municipio di Cinisi: Forum in sessione plenaria “I crimini della globalizzazione“;
Ore 16.00 – Auditorium P. Impastato, scuola media G. Meli di Cinisi: dibattito “Il delitto Impastato, 24 anni di impegno per la verità“;
Ore 17.00 – Lavori dei forum tematici:

  • Palestra scuola media G. Meli di Cinisi: “L’altra comunicazione: da Radio Aut a Indymedia“;
  • Auditorium scuola media Giovanni XXIII di Terrasini: “Formazione e ruolo della scuola pubblica“;

Ore 19.30 – Cinema Alba di Cinisi: proiezione film/documento “Legalizer“;
Ore 21.00 – Cinema Alba di Cinisi: incontro: “Da Genova a Porto Alegre“, proiezione di filmati su Genova, con la presenza dei familiari di Carlo Giuliani.

Sabato 11 maggio

Ore 10.00: Lavori dei forum tematici:

  • Auditorium P. Impastato, scuola media G. Meli di Cinisi: “Guerra, terrorismo e legalità internazionale“;
  • Palestra scuola media G. Meli di Cinisi: “Chiesa tra mafia e antimafia“;
  • Auditorium Scuola media Giovanni XXIII di Terrasini: “Per l’antimafia sociale: dalla precarietà del lavoro alla proposta“;
  • Sede della Sinistra giovanile di Cinisi, c.so Umberto: “Il ruolo della donna nella lotta antimafia e per la pace“;
  • Aula consiliare di Terrasini: “Mafia e territorio: dalla mostra itinerante ai dossier sulle ecomafie“;

Ore 13.00 – Riunione delle commissioni per la stesura del documento finale;
Ore 14.00Corteo/marcia nazionale antimafia da Carini a Cinisi. Concentramento: zona industriale di Carini, stabilimento Italtel, chiusura in piazza del Municipio di Cinisi.
Ore 21.00 – Piazza del Municipio di Cinisi: spettacolo di pupi siciliani “Peppino di Cinisi contro la mafia” della marionettistica popolare siciliana;
Ore 22.00 Spiaggia Magaggiari, lungomare P. Impastato Cinisi: Concerto/raduno rock.